Si può cucinare con la Cannabis o bisogna per forza fumarla? Sicuramente tutti sapranno che l’inalazione è la via più veloce per assumerla, ma anche la più dannosa in quanto prevede combustione.

Fortunatamente si! Scopriamo ora coma si può cucinare con la cannabis.

Come cucinare con la Cannabis: i processi necessari

Si può cucinare con la cannabis? Sì, ma dovremo trasformarla. Innanzitutto la Cannabis non va mangiata cruda in quanto i principi attivi contenuti si attivano esclusivamente dopo un processo di riscaldamento, chiamato decarbossilazione. Quando la si fuma questo processo avviene durante la fase di combustione, mentre in questo caso avremo bisogno di un forno. Si può anche decarbossilare la canapa durante la cottura del piatto, ma noi consigliamo sempre di farla in forno prima di iniziare a cucinare.

Successivamente alla decarbossilazione dobbiamo estrarre i principi attivi in un grasso. Il nostro apparato digestivo non è in grado di assimilare i cannabinoidi se non vengono sciolti in un liquido oleoso.

In che forma si può mangiare la marijuana?

Dato che come abbiamo visto anche se decarbossilata l’erba non può essere digerita in quanto lipofilica (assimilabile esclusivamente attraverso i grassi), dobbiamo scegliere quale olio o grasso utilizzare per l’estrazione.

I due metodi più comuni sono la trasformazione dei fiori in Burro di Cannabis (Cannabutter) o l’ Olio di Cannabis, che abbiamo approfondito in questo articolo

E’ anche possibile utilizzare concentrati come il nostro olio di cannabis CBD e incorporarlo nelle vostre ricette. Il vantaggio è che devi mettere solo qualche goccia, dal momento che la nostra cannabis è già stata decarbossilata e miscelata in olio d’oliva biologico extravergine.

Olio al CBD

Olio al CBD 20%

75.00180.00 IVA inclusa
Promo!
40.00 IVA inclusa
Promo!

Olio al CBD

Olio al CBD 10%

45.00100.00 IVA inclusa

Mangiare la Cannabis o fumarla: le differenze

La principale differenza tra i due metodi di assunzione è che quando la cannabis viene inalata, gli effetti sono immediati. I cannabinoidi raggiungono direttamente il cervello e non devi aspettare per sentirne gli effetti. La persistenza dei principi attivi nel corpo dura circa due ore. Con la combustione si consente di beneficiare di tutti i cannabinoidi e terpeni, perché tutti raggiungono il loro punto di ebollizione a discapito dell’inalazione di monossido di Carbonio.

Quando la cannabis viene ingerita, il corpo deve prima digerire la cannabis che raggiungerà il cervello attraverso il flusso sanguigno. È quindi necessario attendere circa 2 ore per sentire gli effetti della cannabis quando la si mangia. La differenza è che gli effetti si sentono gradualmente nel corpo per una durata lunga ed il metodo di assunzione è sano al 100% .

 

Un pensiero su “Come cucinare con la Cannabis

  1. Pingback: Come preparare il Burro di Cannabis o Cannabutter - Swey!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.